Descrizione Progetto

EASY WORK
IL PROGETTO

SOSTEGNO ALLA CULTURA DEL BENESSERE GLOBALE DELLE LAVORATRICI E DEL LAVORATORE

testata FESR+FSE

Progetto EASY WORK

 

Il progetto EASY WORK si colloca all’interno della Macro area 3: “SOSTEGNO ALLA CULTURA DEL BENESSERE GLOBALE DELLE LAVORATRICI E DEL LAVORATORE” e prevede una serie di seminari e workshop sugli stili di vita sani, dieta bilanciata, attività fisica nel tempo libero e tragitti casa- lavoro-casa (con cenni all’inquinamento outdoor), ergonomia in ambito lavorativo, uso/abuso social network, sostanze di abuso (fumo, alcol), corretta alimentazione che verrà realizzato con il Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche dell’Università degli Studi di Torino.

Verrà fatta un’indagine longitudinale (3 volte nell’arco di un anno) tramite un questionario appositamente allestito sulla scorta di questionari internazionali validati, per comprendere e delineare le percezioni e le reali esigenze dei lavoratori e verificare, al termine, gli effetti dei servizi erogati.

Tale questionario prenderà in considerazione quattro macro parametri:

  • fattori socio demografici: genere, età, etnia, residenza, titolo di studio e stato civile;
  • attività fisica svolta in contesti diversi: a casa, al lavoro e ricreativa;
  • mansione: fattori legati all’attività lavorativa, rischio fisico, indicatori di benessere/malessere al lavoro, richieste e risorse, percezioni ambientali;
  • stile di vita: alimentazione, abitudine al fumo, consumo di alcol, ore di sonno.

Tali macroparametri potranno portare ad una definizione della qualità e dello stile di vita percepiti ed al conseguente piano di intervento formativo. Inoltre, a fronte di un’attiva promozione dell’attività fisica moderata, sarà possibile, tramite l’analisi di un campione di urina di ogni soggetto, quantificare l’entità dello stress ossidativo individuale (un indicatore biologico sensibile a numerose condizioni e stili di vita non corretti), in modo longitudinale in almeno tre occasioni durante l’anno di lavoro.

Verranno coinvolti Enti locali dislocati in Piemonte che coadiuvino l’erogazione dei servizi di Welfare connessi alla salute.

Gli Obiettivi del progetto

Gli obiettivi prefissati sono:

  1. Convenzione per la distribuzione di cibi salutari. Distribuzioni manuali e automatiche in azienda di prodotti salutari direttamente da parte dei produttori, con l’obiettivo di promuovere la diffusione di prodotti sani, legati al territorio e in conformità con i principi di POR FESR 2014-2020 per la sostenibilità (vedi oltre);
  2. Erogazione di attività fisica per il mantenimento dello stato di buona salute (locali/attrezzature affittabili) (Scienze motorie, attività fisica di base e preparazione per il punto 4);
  3. Convenzione per l’acquisto di abbigliamento sportivo/abbonamenti in palestra/utilizzo di strutture sportive sul territorio piemontese (servirebbe azienda locale fornitrice, circoli aderenti);
  4.  Attività fisica per la salute ed il team building: borsa di studio annuale per laureato/a Magistrale in Scienze Motorie per erogazione di attività fisica per i dipendenti e per le famiglie. Eventuale organizzazione di campionato interaziendale in sport di squadra che promuova la coesione tra i dipendenti della stessa azienda e di altre aziende, favorendo la pratica dell’esercizio fisico e la socializzazione fra i dipendenti interni e esterni all’azienda.
  5. I lavoratori parteciperanno ad uno studio volto alla quantificazione dei possibili effetti delle attività erogate. Tale quantificazione si svolgerà in modo longitudinale (prima e dopo l’erogazione delle attività formative e di esercizio fisico) attraverso 2 modalità:
    1. La somministrazione di un articolato questionario volto alla valutazione della qualità della vita percepita;
    2. La misura dello stress ossidativo nelle urine come indicatore biologico non invasivo per la quantificazione oggettiva dello stato di ben-essere.
  6. Convenzione con nutrizionista a tariffe agevolate;

A questa iniziativa, legata al benessere globale, verrà affiancata una serie di seminari, anche su tematiche relative agli aspetti fiscali e contributivi in un’ottica di vivere pienamente i propri diritti e doveri sia come dipendente di un’azienda che come cittadino.

Informatica System ha avviato una serie di colloqui interni su tematiche identificate con l’obiettivo di comprendere le necessità dei dipendenti in merito alla tematica del benessere globale dei lavoratori e tra questi la possibilità di conciliare l’attività lavorativa e le attività necessarie per raggiungere livelli elevati di benessere. Sulla base dei primi risultati ottenuti dal personale interessato si è proceduto ad una nuova fase di elaborazione di proposta contenente servizi più mirati ed indirizzati ad un insieme più circoscritto di persone.

Si riporta di seguito l’elenco in ordine decrescente di interesse dei servizi di welfare/formazione sopra indicati:

  • formazione sul Welfare aziendale (sensibilizzazione e importanza di ambiente lavorativo positivo)
  • percorso di formazione per il benessere delle persone (salute globale dei lavorati);
  • corso di salute alimentare e psicofisica;
  • corso di posturologia durante l’attività lavorativa in ufficio;
  • percorso di formazione per attività fisica nel tempo libero e nei tragitti casa-lavoro-casa;
  • formazione su tematiche fiscali contributive (lettura buste paga, compilazione 730).

Si precisa che nessun carattere di esclusione verrà adottato nella selezione dei partecipanti.

Le tematiche condivise con i lavoratori e la proposta formativa e di azione di welfare qui descritta, rappresentano un’offerta interessante e condivisibile sia in contesti simili dimensionalmente e di tipologia di impresa che in contesti di dimensioni e complessità maggiori.

L’obiettivo di promuovere interventi per il benessere delle persone e la relativa qualità di vita lavorativa e personale dei cittadini rappresenta un valore comune alla totalità delle imprese del territorio. L’utilizzo di tecnologie innovative e di modalità di erogazione di servizi di consulenza finanziaria e sociale costituisce un valore aggiunto rivolto alla realizzazione di una politica di Welfare aziendale.

Il questionario che verrà costruito come precedentemente descritto ha validità universale e quindi applicabile in contesti differenti e in modalità diverse.

Informatica System crede nella soddisfazione dei propri collaboratori e nel clima di serenità e benessere globale come presupposto alla creatività, e cerca di conciliare il più possibile le esigenze proprie del personale con le necessarie politiche aziendali. Tale filosofia aziendale può essere riproposta su scala più ampia, ovvero integrando gli enti comunali e i servizi sociali attraverso la condivisione dei mezzi strumentali utilizzati e dei risultati ottenuti. Questo progetto può potenzialmente diventare il baricentro di aggregazione di piccole e medie imprese del territorio cuneese partendo dalla realtà territoriale del monregalese.

Propedeutica a tale potenzialità di sviluppo ed espansione è un’attività di proselitismo per condividere gli obiettivi di progetti di medesimo tipo, identificare i partner sia come enti pubblici che come aziende in grado di erogare formazione legata al welfare.

Altro punto fondamentale è il dimensionamento del progetto che deve garantire la sostenibilità del tempo e quindi trovare un equilibrio tra risorse interne ed esterne coinvolgendo in maniera significativa strutture come gli enti aggregatori (Confindustria, Confcommercio, Camera di Commercio, Confartigianato) e naturalmente l’Università di Torino e altri atenei di eccellenza.

Temi classici, interventi innovativi. La promozione ATTIVA della salute e perciò non solo seminari e lezioni frontali, ma anche erogazione dei servizi formativi, informativi, conoscitivi, con contestuale preparazione dei lavoratori ad eventuali incontri sportivi amichevoli che coinvolgano pratiche emergenti di team building.  Ciò anche dal punto di vista dei corretti stili di vita (contrasto al fumo di tabacco, corretta alimentazione, promozione dell’attività fisica), pratiche poco consuete e quindi spiccatamente innovative.

L’uso di un questionario come quello descritto rappresenta un ulteriore aspetto di innovazione. Il tema principale, infatti, è in grado di descrivere i principali aspetti della qualità della vita, diventando così strumento efficace per valutare i servizi erogati e verificarne l’effetto sui dipendenti. Inoltre, il previsto intervento ripetuto in modo longitudinale (almeno 3 volte) nell’arco di un anno, garantisce la continuità nel tempo del progetto di welfare stesso e la verifica (soggettiva e oggettiva) dei risultati raggiunti.

Gli interventi/servizi erogati sono in conformità con il piano POR FSE 2014-2020 sullo sviluppo sostenibile (sensibilizzazione all’utilizzo di trasporti meno impattanti nel tragitto casa-lavoro-casa, sensibilizzazione al consumo di prodotti Km 0); sulle pari opportunità (inclusione di dipendenti di tutte le nazionalità, entrambi i sessi, ecc. senza discriminazioni di alcun tipo).

A supporto delle attività di welfare erogato viene definita una struttura ICT che in coerenza con la logica di Smart Working permetta la conciliazione di tempi di lavoro e tempi di fruizione di servizi su piattaforme multicanale che non avrà vincoli di spazio e tempo. Inoltre il progetto prevede la costruzione di una rete condivisa sia con gli enti pubblici coinvolti che con le altre reti aziendali (consulenti).

La multicanalità sopra espressa permette una fruizione dei servizi non contestualizzata in uno specifico ambiente e in uno specifico tempo. L’uso di devices innovativi, ma soprattutto di un monitoraggio biologico tramite ripetute misure dello stress ossidativo nei campioni biologici urinari, permette anche un’interazione continua tra i soggetti coinvolti previsti nelle attività di formazione per orientare dinamicamente lo svolgersi delle attività e poter valutare in tempo reale i risultati ottenuti.

Tutti i dati e le informazioni relative allo svolgersi del progetto saranno raccolti su uno apposito database in cloud consultabile mediante credenziali differenziate (gerarchiche) dai vari soggetti coinvolti garantendone tutti i livelli di sicurezza e privacy.

Ogni servizio erogato sarà caratterizzato da obiettivi intermedi e finali. Su tali basi verranno erogati dei test di verifica periodici per valutare lo stato di fruizione e comprensione degli stessi fino ad una verifica finale che valuti il raggiungimento degli obiettivi preposti nel Progetto di Welfare.

L’attività di monitoraggio sarà erogata tramite l’infrastruttura ICT multicanale e quindi facilmente utilizzabile da dispositivi diversi. Sulla base delle risposte nella fase conclusiva del Progetto sarà possibile definire la percentuale di raggiungimento degli obiettivi inizialmente posti e pertanto definire una valutazione sull’efficacia effettiva del progetto sviluppato.

Al fine del raggiungimento di tali obiettivi si determina la creazione di un piano esecutivo di dettaglio mirato a garantire la definizione del processo di valutazione e monitoraggio.

Vengono individuati degli indicatori di valutazione propedeutici alla definizione dei dati raccolti in maniera oggettiva.

La valutazione verterà definendo alcuni KPI specifici sui seguenti punti:

  1. Idealizzazione/Motivazione dipendenti
  2. Livello di soddisfazione
  3. Clima aziendali, vivibilità
  4. Condivisione dei valori/obiettivi aziendali con tutte le risorse
  5. Valutazione del ROI (return of investiments) aziendale conseguenti l’erogazione di servizi utili e virtuosi ai lavoratori e alle loro famiglie, volti alla conoscenza dei livelli di salute risultanti da un’attiva promozione dei migliori stili di vita tesi al raggiungimento dei più alti standard di salute.

La valutazione di tali parametri potrà permettere di considerare:

  • La diffusione di nuovi servizi anche dal punto di vista di co-responsabilità sociale
  • Il grado di comprensione da parte degli enti locali delle politiche di welfare sviluppate in azienda
  • Il grado di legittimazione del territorio in termini di contatti locali che supportano l’iniziativa
  • Il numero dei servizi di welfare aziendale e la loro capacità di coerenza nei confronti del welfare territoriale
  • L’innovazione dei servizi e la capacità di aggregazione  nella sua erogazione e acquisizione
  • Il numero di azioni di promozione adottate per la diffusione sistemica del welfare aziendale
  • La gestione delle criticità sarà organizzata e gestita attraverso una matrice, in maniera da porre in atto tempestivamente le correzioni e/o modifiche necessarie.

Le modalità operative saranno indicate in maniera dettagliata all’interno del piano esecutivo.

I dati e le informazioni necessarie alla diffusione dei servizi di Welfare aziendale saranno condivise dal gruppo di lavoro operante sul progetto tramite un sistema di conoscenza integrato e supportato da strumenti on line.

Torna a EasyWork
logo WECARE positivo
footer FESR+FSE